Tax Credit Turismo: riapre il bando

Riapre a febbraio 2019 il tax credit turismo, vale a dire la possibilità per le imprese alberghiere, gli agriturismi e, per la prima volta anche per gli stabilimenti termali esistenti alla data del 1° gennaio 2012, di ottenere un importante incentivo fiscale per finanziare gli interventi di riqualificazione sostenuti nel 2018. 

Il tax credit turismo opera in tutta Italia e copre fino al 65% delle spese ammesse, compreso l’acquisto di mobili e arredi.

Le istanze di accesso al credito di imposta devono essere presentate in via telematica dal 1° gennaio al 28 febbraio dell’anno successivo all’effettuazione delle spese, con procedura di assegnazione delle risorse basata sull’ordine cronologico di invio delle domande pervenute tramite click day.

Il bonus riconosciuto potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione attraverso F24.

In dettaglio ad essere finanziate sono le spese per la riqualificazione delle strutture, quali:

  • manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia
  • interventi di eliminazione delle barriere architettoniche,
  • incremento dell’efficienza energetica,
  • interventi relativi all’adozione di misure antisismiche,
  • acquisto di mobili e arredi (per gli stabilimenti termali anche la realizzazione di piscine termali e l’acquisizione di attrezzature e apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività termali).

Con riferimento al 2019, il Ministro delle politiche agricole alimentari forestali e del turismo Gian Marco Centinaio ha annunciato l’intenzione di confermare e incrementare dal punto di vista delle risorse la misura del Tax credit Turismo perché si possa andare avanti con la riqualificazione delle strutture ricettive.

Si attende ora di prendere visione degli impegni nella prossima legge di bilancio 2019.

SCARICA LA SCHEDA