Il mondo delle agevolazioni: facciamo il punto

La Relazione sugli interventi di sostegno alle attività economiche e produttive 2018 pubblicata dal Ministero dello Sviluppo Economico fornisce una ricognizione assolutamente utile del sistema nazionale di agevolazioni delle imprese, sia per monitorarne lo stato dell’arte, sia per prevederne l’evoluzione. 

Nel corso degli anni si registra innanzitutto un graduale processo di riassetto e rifocalizzazione delle agevolazioni verso obiettivi primari (es: il sostegno all’innovazione, agli investimenti produttivi e all’accesso al credito) che risultano coerenti con i fabbisogni che emergono dal tessuto produttivo e industriale italiano.

Vediamo quali sono i trend registrati nel 2018.

  1. L’Italia destina meno risorse rispetto agli altri principali competitor europei. Per la spesa orientata al sostegno delle attività di R&S&I l’Italia, tuttavia, si colloca tra i primi posti.
  2. Per effetto del riordino degli incentivi attuato nel 2012, il numero complessivo degli interventi agevolativi realmente attivi a livello di amministrazioni centrali continua a essere molto contenuto rispetto agli anni passati.
  3. Nel 2017 l’ammontare di agevolazioni concesse resta sui medesimi livelli registrati nel 2016.
  4. Nel 2017 le amministrazioni centrali hanno concesso un volume di aiuti superiore a quello delle amministrazioni regionali.
  5. Il sistema di incentivazione si caratterizza per una prevalenza delle agevolazioni concesse a favore delle PMI rispetto alle GI.
  6. R&S&I e Sviluppo produttivo e territoriale rappresentano le principali finalità di politica industriale perseguite dagli interventi di sostegno alle attività economiche e produttive.
  7. Osservando il grado di specializzazione per il perseguimento degli obiettivi di politica industriale in funzione del livello di governo, nel corso dell’ultimo anno gli strumenti regionali concentrano la quasi totalità delle risorse in R&S&I e Sviluppo produttivo e territoriale.
  8. All’interno del sistema nazionale di sostegno alle imprese il Fondo di Garanzia per le PMI, per operatività e capacità di promuovere l’accesso al credito, continua a rappresentare lo strumento chiave. È in atto l’evoluzione dal sistema dello scoring al sistema del rating proprietario.
  9. Le agevolazioni in conto capitale permangono la tipologia di aiuto maggiormente utilizzato dagli interventi regionali, mentre a livello di amministrazioni centrali, è il contributo misto la forma agevolativa più rappresentativa.