L’INAIL in pillole

Al via il bando INAIL, che anche quest’anno prevede contributi a fondo perduto del 65% degli investimenti per la salute e sicurezza sul lavoro.

Una delle novità di quest’anno è rappresentata dall’introduzione di un quinto asse di finanziamento dedicato alle imprese che operano in agricoltura. A queste ultime, nel 2016, era stato dedicato un avviso pubblico specifico, per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative. Obiettivo era la riduzione delle emissioni inquinanti, del livello di rumorosità o del rischio infortunistico.

Con il nuovo bando Inail, inoltre, si allarga la platea dei destinatari degli incentivi. Oltre alle imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, infatti, l’asse di finanziamento dedicato alla riduzione del rischio dovuto alla movimentazione dei carichi è aperto ai progetti presentati dagli enti del terzo settore, anche non iscritte al registro delle imprese ma censite negli albi e registri nazionali, regionali e delle Province autonome.

SCARICA L’INFOGRAFICA