Regione Liguria: Finanziamenti per il turismo

Approvato il bando destinato ad erogare finanziamenti per la qualificazione e lo sviluppo del turismo.

L’obiettivo della misura, facente parte del Fondo Strategico Regionale, rientra in quello più generale di promuovere il processo di riqualificazione dell’offerta turistica ligure anche attraverso lo sviluppo e la maggiore “qualità” delle strutture ricettive esistenti.

I beneficiari dell’intervento, che devono risultare iscritti e attivi al Registro delle imprese al momento della presentazione della domanda, sono:

  • alberghi
  • residenze turistico-alberghiere
  • locande
  • alberghi diffusi

Gli interventi devono essere previsti, al momento della presentazione della domanda, in un Piano di riqualificazione, che interessi un’unica struttura ricettiva ubicata sul territorio regionale ligure.

Le spese ammissibili ad agevolazione sono le seguenti:

  • progettazione e direzione lavori, oneri per le concessioni edilizie e collaudi di legge
  • opere murarie e/o assimilate
  • acquisto di macchinari, impianti, attrezzature varie ed arredi, nuovi di fabbrica
  • acquisto di dotazioni e programmi informatici e realizzazione di siti internet
  • spese finalizzate all’introduzione di sistemi di qualità ed all’adesione di sistemi di certificazione ambientale secondo standard e metodologie riconosciute a livello nazionale e/o internazionale (ad esempio ISO, EMAS, marchio Ecolabel, e altro)

I titoli di spesa facenti parte del Piano di riqualificazione concorrono al Piano medesimo nel limite del proprio valore (IVA inclusa) e non costituiscono spesa ammissibile, ma base per la quantificazione della dimensione del progetto. Possono far parte del Piano di riqualificazione anche spese – che non costituiscono spesa ammissibile, ma base per la quantificazione della dimensione del progetto – relative al capitale circolante nel limite del 15% del valore del Piano stesso.

L’agevolazione consiste in un finanziamento, di natura ipotecaria, fino al 100% del Piano di Riqualificazione, di durata pari a 10 o 15 anni (con eventuale periodo di preammortamento pari a quattro semestri ), di importo minimo pari a 150.000 euro e di importo massimo non superiore a 800.000 euro, così composto:

  • una quota pari al 50% a tasso bancario , concesso a valere su fondi privati messi a disposizione da una Banca Convenzionata;
  • una quota pari al 50% a tasso agevolato , concesso da FI.L.S.E. a valere su fondi regionali, entro i limiti delle risorse finanziarie disponibili;

Le domande di ammissione ad agevolazione, inoltrate esclusivamente utilizzando il sistema “bandi on line” dal sito internet www.filse.it, possono essere presentate a decorrere dal giorno 30 novembre 2017 al giorno 20 marzo 2018. La procedura informatica sarà disponibile nella modalità off-line dal 16 Novembre 2017.

La dotazione è di 12 milioni di euro, di cui 6 milioni di cofinanziamento bancario.